Museo dei Fossili Monte San Giorgio

Meride

Fossil Museum

Fossil Museum

Stabio: ROTOFIL fabrics SA

Stabio: ROTOFIL fabrics SA

Serpiano

Serpiano

Nel monte dei sauri giacciono fossili di pesci e rettili acquatici, un tesoro che risale a ben 240 milioni di anni orsono. In ere antiche un bacino d’acqua, è poi emerso il Monte San Giorgio, oggi patrimonio naturale dell’Unesco. Il Museo dei Fossili di Meride è stato ristrutturato con uno stile moderno ed espone una selezione di fossili animali e vegetali.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Il museo, riprogettato dall’architetto ticinese Mario Botta, è la mecca degli amanti dei fossili. Una ricostruzione del sauro terrestre Ticinosuchus, lunga 2,5 m, accoglie i visitatori al Museo dei Fossili situato nel centro della cittadina di Meride. Su quattro piani sono distribuiti gli innumerevoli esseri viventi che popolavano quello che allora era un mare subtropicale e le sue coste nel Ticino meridionale.

Nelle sedimentazioni dello spessore di 600 m di pietra argillosa calcarea, dolomitica e bituminosa del Triassico medio si trovano cinque strati di rilevamento particolarmente ricchi, che secondo le ultime ricerche hanno un’età che va dai 243 ai 239 milioni di anni. Contengono prevalentemente esseri viventi marini, come alghe, conchiglie, ammonoidee, pesci e sauri marini, in alcuni punti anche sauri terrestri, insetti e piante trascinati in acqua da isole o dalla terraferma.

Le illustrazioni e i modelli spiegano al pubblico questo mondo ormai estinto da tempo, i cui fossili sono stati riportati alla luce, preparati e descritti scientificamente da esperti svizzeri ed italiani.

 
>> Monte Generoso Unesco (MySwitzerland.com)

Seleziona una visione diversa per i risultati: