Passo del Sempione

Simplon Pass

Snowkiter am Simplon Pass im Kanton Wallis.

Snowkiter am Simplon Pass im Kanton Wallis.

Il Passo del Sempione (2.005 m) collega il Canton Vallese da Briga con la Val Divedro e Domodossola nel Nord Italia. Il passo, aperto anche per gran parte dell'inverno, è noto come uno dei valichi più belli delle Alpi.

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Il Sempione veniva percorso già all'età della pietra. Tuttavia, fino al XVII secolo, il passo era utilizzato principalmente da contrabbandieri e mercenari, in quanto la stretta Gola di Gondo era apparsa inaffrontabile anche ai costruttori di epoca romana. Solo a metà del XVII secolo il grande commerciante di Briga Kaspar Jodok von Stockalper cominciò ad utilizzare le mulattiere del Passo del Sempione per il trasporto del sale, cosa che gli fruttò una ricchezza leggendaria. Testimonianza di quest'epoca è il monumentale Castello Stockalper di Briga in stile barocco.

La prima strada del passo percorribile con veicoli risale ai tempi di Napoleone, il quale voleva dirigersi verso sud con i cannoni. Più di cento anni dopo, nel 1906, fu inaugurato il tunnel ferroviario del Sempione che, con i suoi 19 chilometri di lunghezza, è stato fino a pochi anni fa il tunnel più lungo del mondo. Oggi, grazie alla ferrovia, è presente anche il servizio di trasporto auto sicuro in inverno fra Briga e Iselle. La strada del passo del Sempione è percorribile in teoria tutto l'anno, tuttavia, nonostante le numerose gallerie di protezione, il collegamento attraverso il passo può essere temporaneamente interrotto.

Da Briga la strada porta sul monte percorrendo curve ben distese. A circa metà altezza il ponte di Ganter attraversa l'omonima valle. La moderna struttura del ponte audacemente arcuata ben si inserisce nel paesaggio circostante. Sul valico, a 2.005 m, si trova l'Ospizio dei Canonici del Gran San Bernardo, dove un'aquila in pietra alta otto metri ricorda la Seconda Guerra Mondiale. Guardandosi alle spalle si godrà di una splendida vista sulle Alpi Bernesi con il Bietschhorn e i fianchi dei ghiacciaio dei Quattromila Fletschhorn e Weissmies.

Sul versante meridionale del passo la strada prosegue verso l'Italia oltrepassando Sempione Villaggio. Lo stile architettonico, caratterizzato da tetti in lastre di pietra, ricorda la vicinanza dell'Italia, così come la piazza del villaggio, molto simile ad una piazza italiana. La strada prosegue attraversando gallerie e tunnel lungo la stretta Gola di Gondo fiancheggiata da pareti granitiche. Nel piccolo villaggio di Gondo, da cui si dirama verso ovest una delle più isolate valli della Svizzera, la Val Vaira, è possibile visitare le miniere d'oro. A Gondo si trova anche il passaggio del confine verso l'Italia.

Oggi lo "Stockalperweg", la mulattiera del Sempione risalente al XVII secolo e completamente conservata per una lunghezza di 35 km, porta da Briga a Gondo attraversando il Passo del Sempione. Nell'Alter Gasthof (vecchia locanda) di Sempione Villaggio nonché nella Alte Kaserne (vecchia caserma) all'ingresso della Gola di Gondo sono stati istituiti due musei sul paesaggio naturale e culturale del Sempione. La tratta può essere affrontata comodamente in tre giorni pernottando sul Passo del Sempione e a Sempione Villaggio.

Seleziona una visione diversa per i risultati: