Spluga e Andeer

Grigioni

Splügen: Tanatzhöhe Skigebiet

Splügen: Tanatzhöhe Skigebiet

Splügen: Talabfahrt - Pista a valle

Splügen: Talabfahrt - Pista a valle

L’ubicazione del Passo dello Spluga e del San Bernardino contraddistingue le località del Rheinwald e di Val Schons lungo il Reno Posteriore. Spluga è un tipico villaggio di valico che è stato capace di conservare bene l’aspetto originale, i fieri palazzi e le case walser brunite dal sole; la stazione di cura di Andeer è nota per la sua sorgente curativa e il bagno minerale.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto

Per secoli l’esistenza di Andeer e Spluga è stata legata al traffico transalpino di somieri. Per più di 2000 anni il Passo dello Spluga ha costituito il più importante collegamento fra i Grigioni e l’Italia e anche la via dei somieri attraverso il San Bernardino ha svolto un ruolo centrale.

Spluga, un villaggio walser sul Reno Posteriore: tipico paesino di valico, rievoca i somieri che nel corso dei secoli l’hanno attraversato, a piedi o a cavallo, e che percorrendo la strada verso la località italiana di Chiavenna hanno portato il sale a sud e il vino a nord. È d’obbligo soffermarsi nella piazza del paese, fare ancora qualche passo e salire fino al vecchio villaggio con i fieri palazzi e le case walser brunite dal sole.

Andeer, villaggio di somieri con bagno termale: anche qui merita assolutamente la pena fermarsi ad ammirare le case storiche lungo la strada del paese. La piccola località della Val Schons è una tappa nota per la sua sorgente curativa e per il bagno minerale, ma anche per il «granito di Andeer» dal colore verde scintillante, che viene esportato in tutto il mondo. Come anche il paesino di Spluga, Andeer viveva in passato del traffico transalpino dei somieri.

Estate

Tempo d'estate, tempo di escursioni. Più di 400 chilometri di sentieri escursionistici segnalati attraversano la valle, il vasto bosco di conifere della regione del Rheinwald, dirigendosi verso tranquilli laghetti alpini e storici passaggi alle valli limitrofe. È possibile vivere da vicino i momenti belli e le durezze della vita dei somieri, coprendo anche solo una tratta dei 65 chilometri su cui si dispiegano il sentiero culturale e la traversata della Via Spluga. Durante il tour di quattro giorni che da Thusis (Tosanna) si dirige verso l'italiana Chiavenna, passando per il Passo dello Spluga, si fa rivivere la storia. Le provviste sono assicurate perché nei negozi locali sono reperibili molti prodotti da produzione biologica intensiva, come formaggio, yogurt e carne, introdotta dal 1994 nella regione del Rheinwald.

Gite di minor raggio, ma gradevoli, portano al Center da Capricorns, ossia il centro per gli stambecchi a Wergenstein sul Schamserberg oppure al Sentiero delle Marmotte verso la valle di Bregalga a 2.000 m.

Highlights

  • Via Mala – "pessima strada", gola temuta, che ha reso difficoltoso il traffico di transito per secoli e che oggi è attraversata da quattro ponti.
  • Gola della Roffla – bella gola, con una galleria pedonale nella roccia lunga 300 metri che conduce ad un'imponente cascata.
  • Spluga – antico, tipico villaggio di valico di somieri che ha conservato intatto il suo aspetto originale, posto al punto di partenza per il Passo dello Spluga e del San Bernardino.
  • Andeer – bella stazione di cura dotata di una sorgente curativa e di bagni termali legati alle tradizioni.
  • Via Spluga – sentiero culturale e traversata che conducono da Spluga alla cittadina italiana di Chiavenna, passando per il Passo dello Spluga e attraversando la famosa Gola del Cardinello.
  • Juf – il villaggio più alto d'Europa abitato tutto l'anno, situato a 2.126 m in Val Avers, valle che ha mantenuto le caratteristiche originarie con una flora alpina unica nel suo genere.
  • Zillis (Zirano) – la chiesa di St. Martin, nota a livello internazionale, è decorata da un soffitto dipinto con una delle più pregiate sequenze figurative del romanico.

Seleziona una visione diversa per i risultati: