Convento Benedettino di San Giovanni a Müstair

Müstair

Il celeberrimo monastero di S. Giovanni (Müstair, Val Monastero), noto a livello internazionale, fa parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO e deve la propria esistenza e peculiarità a Carlo Magno. È infatti una delle rare testimonianze architettoniche dell'epoca carolingia. Il museo del convento vi mostra le testimonianze dell’epoca di maggiore splendore.

Attività di gruppo

Lingua:
de, it

Durata:
1/2 giorno

Persons:
6 - 25

Costi:
Si

Stagione:
Tutto l'anno

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
La chiesa monasteriale dell’VIII secolo racchiude il ciclo pittorico più ricco e meglio conservato del mondo, comprendente stupendi affreschi. Con il Museo monasteriale Plantaturm, le religiose offrono una fugace veduta della vita in clausura. Inoltre, è possibile visitare anche la torre difensiva più antica dell’arco alpino, realizzata nell‘anno 960. L’esposizione presenta 1200 anni di cultura costruttiva e abitativa.

Il Monastero di San Giovanni (Müstair, Val Monastero) risale all‘anno 775 e vanta il ciclo pittorico (costituito intorno all‘800) dell’inizio del Medioevo più vasto del mondo ed è un vero e proprio gioiello della fiorente arte dell’epoca carolingia. La chiesa è interamente dipinta, mentre l’intervento pittorico delle absidi risale intorno al 1200. Müstair deve a Carlo Magno la sua esistenza e la sua particolarità. La chiesa carolingia con i suoi straordinari dipinti ha fatto entrare questo delizioso convento alpino nell’olimpo del patrimonio mondiale dell’umanità. Scopritelo! – Le religiose consentono la visita della torre del tardo medioevo dell‘anno 960.

Guest house
Nove camere per persone sole o coppie nel cuore del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Siete voi stessi a decidere la tipologia del soggiorno, con possibilità di partecipare alla messa e alla comunione. Pasti in comune con gli ospiti del convento nella sala da pranzo. La cappella è aperta a coloro che cercano la tranquillità per meditare; possibilità di sistemazione religiosa. Più volte all’anno, le religiose del convento organizzano con professionalità delle settimane di digiuno.

Poiché il fondatore del convento moriva esattamente 1200 anni fa, il 2014 è stato scelto come l'anno di Carlo Magno, durante il quale l'antico sovrano si celebra con vari spettacoli musicali e teatrali.

Informazioni

Apertura:
tutto l’anno

Seleziona una visione diversa per i risultati: