Museo del Drachenloch

Vättis

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Il clou dell’esposizione comprende le scoperte fatte nel Drachenloch (letteralmente, il buco del drago), come le ossa di orso delle caverne preistoriche, come pure i documenti che risalgono all’epoca degli scavi archeologici dal 1917 al 1923. Il disegnatore di talento Toni Nigg (1908–2000) era presente durante gli scavi ed è riuscito a organizzare il museo con molta attenzione, riuscendo così a ottenere un vero e proprio gioiello e integrando una parte della geologia locale. Prenotazione obbligatoria.

0 Commenti

Commenta questo articolo

Le caselle contrassegnate con * sono obbligatorie.

Seleziona una visione diversa per i risultati: