Parco naturale della Valle di Binn

Binn – Blitzingen/Niederwald – Ernen – Grengiols

Feld: Binntal - Imfeld

Feld: Binntal - Imfeld

Binn: Schmidigehischre - Lengtal

Binn: Schmidigehischre - Lengtal

Musica classica internazionale e una raffinatissima gastronomia nel villaggio alpino, una straordinaria architettura in un affascinante paesaggio: ecco la Valle di Binn, che sorprende ad ogni passo. E inoltre una natura incontaminata, dalle cime alpine al limitare dei paesi e fino al Rotten (Rodano).

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Innanzi tutto, arrivarono i contrabbandieri. Essi percorrevano l'antico sentiero mulattiero per recarsi in Italia. Poi è stata la volta dei prospettori. Infatti, la Valle di Binn era conosciuta da tempo per la sua ricchezza di minerali. E infine arrivarono i turisti. Lo testimonia l’Hotel Ofenhorn, ricco di tradizione, che risale ai tempi del turismo alpino.

Ai nostri giorni, questa valle laterale del Vallese, accessibile da una stretta gola quasi segreta, è essenzialmente conosciuta per la sua cultura (Ernen, villaggio della musica), i suoi tulipani (a Grengiols) e la sua stupefacente cucina (in alcuni alberghi di montagna e in 2 ristoranti riconosciuti dal Gault Millau a Ernen).

Seleziona una visione diversa per i risultati: