Parco delle Gole della Breggia

Castel San Pietro

Il comprensorio del Parco delle Gole della Breggia si sviluppa per circa 1,5 km lungo l’omonimo torrente e interessa una superficie di 1,5 km2 nei territori dei Comuni di Balerna, Castel San Pietro, Morbio Inferiore e Morbio Superiore.

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Nel Parco sono presenti numerose componenti sia naturali sia umane, ma i particolari contenuti geologici delle Gole della Breggia ne fanno uno dei geotopi più importanti a livello svizzero e il primo geoparco elvetico.

Lungo questo tratto del fiume Breggia, la sezione naturale creata dall’ opera di scavo dell’acqua ha messo a nudo un profilo geologico quasi continuo fra il Giurassico ed il Terziario (oltre 80 milioni di anni).

Nelle rocce delle Gole sono presenti numerose testimonianze degli antichi mari: strati ricchissimi di fossili, resti di frane subacquee, testimonianze di cambiamenti climatici in epoche ben precedenti alla comparsa dell’uomo sulla Terra, e prove di eruzioni vulcaniche.

Questi resti hanno permesso di ricostruire l’evoluzione di questa parte del territorio - il Bacino del Monte Generoso - durante epoche remotissime, quando le attuali Alpi non esistevano ancora e le rocce che attualmente le compongono si trovavano a migliaia di metri di profondità nella crosta terrestre o sul fondo di remoti oceani.

Il Parco possiede pure una flora e una fauna di pregio, fra cui numerose specie protette o iscritte nelle Liste Rosse.
Il patrimonio storico-culturale del comprensorio annovera la Chiesa Rossa (XIV secolo) e il Castello (XII secolo), situati sul territorio di Castel San Pietro, oltre a tratti delle vie storiche.

Seleziona una visione diversa per i risultati: