Hornuss – quando il disco vola da monte a valle.

Di primo acchito, l'hornuss sembre un misto tra golf e baseball - e in realtà è molto di più: si tratta di una disciplina sportiva svizzera tipica la cui tradizione risale addirittura al XVI secolo.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Per scacciare gli spiriti, un tempo si era soliti scagliare pezzi di legna ardente da monte a valle. Da questa antichissima tradizione si dice sia nato l'hornuss: un gioco di squadra per tutte le categorie di età e senza una struttura sociale predefinita.

Il gioco

Il gioco consiste, per la squadra che batte, nello spingere quanto più in là possibile nel campo di gioco avversario il Nouss (una sorta di disco). Per la squadra che risponde, invece, si tratta di fermare il prima possibile con la scandola il disco volante. Il gioco si suddivide in due parti in cui le squadre si invertono il ruolo di lanciare e parare. Ogni singolo giocatore tira, per ogni parte, due colpi con tre tentativi ciascuno. Il gioco non ha una durata prestabilita, la partita dura solitamente dalle due alle quattro ore. Vince la squadra con il numero inferiore– ovvero la squadra sul cui campo da gioco sono atterrati meno hornuss. Oltre a una classifica per squadre, in occasione dei campionati svizzeri e delle feste si valutano anche singoli giocatori.

L'hornuss

L'hornuss o nuoss era originariamente un disco in legno o, appunto, corno, che veniva solitamente lanciato. Rispetto alle origini del termine hornuss vi sono diverse spiegazioni. Tutti i significati risalgono al suono del sibilo «o del corno» fatto dal disco in aria. Dalle misurazioni dell'Istituto di biomeccanica dell'ETH di Zurigo è emerso che l'hornuss raggiunge, a una velocità di lancio fino a 85 m/s (306 km/h), un'altezza di volo da 50 a 70 metri e una distanza di volo fino a 330 metri.

La partita

Alle origini dell'hornuss, la società che perdeva doveva pagare la merenda consumata al termine della partita. Oggi, invece, si fanno scommesse sul risultato del gioco; le puntate oscillano solitamente tra i 50 e i 100 franchi a partita. Si è soliti fare scommesse anche quando le partite sono semplici amichevoli, ed è per questo che vengono chiamate incontri. Singoli giocatori di bravura simile sono inoltre soliti scommettere una birra sui punti segnati.

La storia

Agli esordi dell'hornuss, erano soprattutto giovani contadini scapoli a correre dietro all'hornuss. Si davano appuntamento a tarda estate /autunno per giocare contro i contadini di altri paesi sui campi dopo il raccolto stagionale. Da quel che si dice, quelle occasioni servivano, da un lato ai giocatori per misurare le forze, e dall'altro anche per regolare delle controversie tra i singoli paesi. Nonostante i tentativi di conciliazione attraverso il gioco, pare che dopo l'hornuss non di rado si degenerasse in baruffe sfrenate. I primi scritti sull'hornuss risalgono ai registri parrocchiali del XVI e XVII secolo, il primo incontro documentato di hornuss si svolse nel 1655 a Trub. Verso la fine del XIX secolo anche per l'hornuss si fecero strada la forma associativa e la regolamentazione. Nel 1902 fu costituita la Federazione nazionale (Associazione federale di hornuss). L'Associazione federale e le sue filiali regionali organizzano i campionati delle diverse serie, la Festa federale dell'hornuss, che si svolge ogni tre anni, gli incontri di hornuss alla festa federale di sbandieratori e alpini e in occasione delle altre feste.

Attualità

L'hornuss si gioca principalmente nei cantoni del Mittelland, Berna, Soletta e Argovia. L'hornuss gode di grande successo sino a oggi e nonostante l'immensa offerta di discipline sportive dei più svariati generi, un successo che l'Associazione spiega, non da ultimo, grazie allo stretto legame di elementi sportivi e tradizionali. I gruppi di giocatori di hornuss sono, nel 2011, circa 270, con circa 8’300 giocatori organizzati in quattro consorzi e società e riuniti in seno a una Confederazione.
Fonte

www.ehv.ch www.lebendige-traditionen.ch

Seleziona una visione diversa per i risultati: