I Babbo Natale di San Silvestro di Urnäsch (AR)

Urnäsch

Urnäsch - Schweiz, Appenzell Ausserrhoden: Alpstein, Appenzellerland

Urnäsch - Schweiz, Appenzell Ausserrhoden: Alpstein, Appenzellerland

Skihaus Osteregg, 9107 Urnäsch

Skihaus Osteregg, 9107 Urnäsch

31 dicembre e 13 gennaio
Usanza di capodanno

L'usanza dei Babbo Natale di Urnäsch, documentata da oltre 200 anni, si è trasformata negli ultimi decenni dal mendicare con la maschere più semplici ad un evento artistico. Oggi i Babbo Natale indossano vestiti e maschere la cui realizzazione comporta enormi spese.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto

Si distinguono tre gruppi di figure: gli "Schöne" (i belli), di cui si parlerà in seguito, i "Wüeschte" (i brutti) che indossano materiali naturali quali rami secchi d'abete, muschio e maschere terrificanti, e gli "Schö-Wüeschte" (i semibrutti) che lavorano con gli stessi materiali dei Wüeschte, ma non vogliono essere così brutti. La maggior parte si presenta in piccoli gruppi, passando di casa in casa, eseguendo cori jodel, suonando i campanelli e augurando alle famiglie un buon anno. I gruppi ricevono un dono in denaro che viene utilizzato per le spese di vestiario e vitto. I copricapo dei Babbo Natale belli sono decorati riccamente e richiedono un lavoro spesso superiore alle 100 ore: le "Wiiber" (le donne) indossano cuffie riccamente adornate con figure, mentre gli uomini portano strutture intagliate e pitturate su pavimento piano che rappresentano scene di vita popolare. Sono gli uomini ad indossare i costumi con i campanelli, poiché sono molto pesanti. Le Wiiber indossano una cinta con 13 piccoli campanellini, mentre ogni uomo ha un campanello grande sia sul petto sia sulla schiena.

L'usanza si svolge in forma simile in due giorni, a San Silvestro e il 13 gennaio. Quando Papa Gregorio XIII introdusse la riforma del calendario, molti Cantoni riformati rifiutarono di accogliere questa innovazione papale mantenendo fino al XVIII secolo il vecchio calendario, che presentava una differenza di 13 giorni rispetto al nuovo. In alcuni almanacchi popolari venivano raffigurati uno di fianco all'altro entrambi i calendari e i Babbo Natale si presentavano in occasione dei due capodanno.

Il Museo degli usi e costumi dell'Appenzello custodisce testimonianze del passato e delle usanze di tale località. Le altre attrazioni sono i Babbo Natale di San Silvestro, il corteo di Bloch, l'alpeggio, il Lediwagen ossia un carretto tipico dell'Appenzello per il trasporto di masserizie e formaggi, l'artigianato del passato, l'officina del secchiaio, la selleria, la stanza della musica, le abitazioni e la vita domestica del passato, i costumi regionali, i ricami, la pittura contadina dagli inizi fino all'età moderna e esposizioni itineranti.

Seleziona una visione diversa per i risultati: