Lago Maggiore

Ticino

Il Lago Maggiore si estende dalla Svizzera italiana e s’insinua più in là in Piemonte e in Lombardia, in Italia. Grazie al suo clima mite, lungo le sue rive si è sviluppata una vegetazione lussureggiante, quasi mediterranea. Nell’entroterra, si presenta un universo di montagna romantico e selvaggio, con vedute panoramiche da mozzare il fiato.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Alcune famose stazioni di villeggiatura ticinesi sono situate sulla riva settentrionale svizzera del lago Maggiore. Con quasi 2300 ore di soleggiamento all’anno e una temperatura annuale media di 15,5 °C, Locarno è di gran lunga la città svizzera più privilegiata dal punto di vista climatico. Con il suo fascino meridionale, la città è molto animata e ospita numerose manifestazioni culturali, tra cui il famoso Festival Internazionale del Cinema. Da Cardada/Cimetta, la montagna cara agli abitanti di Locarno, potrete ammirare una straordinaria veduta sul Lago Maggiore. Potete raggiungere facilmente la piattaforma panoramica con la teleferica progettata dall’architetto di fama mondiale Mario Botta. La stazione inferiore si trova proprio al di sopra della Chiesa della Madonna del Sasso a Orselina, celebre luogo di pellegrinaggio.

Ascona si trova proprio a lato di Locarno. Questa città dal carattere mondano e romantico, rannicchiata in una baia soleggiata, propone numerosi negozi e gallerie d’arte. Brissago, una piccola località caratterizzata da stretti vicoli storici e situata nei pressi della frontiera italiana, si trova nel punto più basso della Svizzera, a 197 m di altitudine. Le Isole di Brissago accolgono i visitatori che possono ammirare il giardino botanico che vanta 1500 specie vegetali subtropicali.

Accanto a Locarno, Ascona e Brissago, i battelli turistici collegano anche i villaggi più piccoli disseminati lungo le rive e navigano – al di là della frontiera – anche sulla parte italiana del lago.

Il Lago Maggiore Express, che combina battello e treno, permette di scoprire agevolmente i dintorni pieni di charme. La ferrovia a scartamento ridotto è operativa da Locarno a Domossola, in Italia, passando per le Centovalli – la valle delle 100 valli. Dopo una piccola passeggiata o un pasto, il viaggio prosegue fino a Stresa, e si ritorna al Lago Maggiore. Da là, il battello giunge a Locarno, dopo alcune fermate. Accanto alle Centovalli, dal lago partono numerose valli che si spingono nell’entroterra ticinese, come per esempio la Val Verzasca, con i suoi paesaggi romantici e selvaggi, o la Val Maggia. La Riviera di Gambarogno, sulla riva opposta a Locarno e Ascona, propone a sua volta numerosi sentieri per passeggiate ed escursioni.

Seleziona una visione diversa per i risultati: