Prima scalata - Finsteraarhorn

Grindelwald Wetterhorn

Grindelwald Wetterhorn

Hotel Belvedere Grindelwald - Panoramic Eiger view

Hotel Belvedere Grindelwald - Panoramic Eiger view

Grindelwald First

Grindelwald First

Grindelwald-Grund - Bussalp

Grindelwald-Grund - Bussalp

Interaktive 360°-Webcam Männlichen

Interaktive 360°-Webcam Männlichen

Unterer Grindelwaldgletscher

Unterer Grindelwaldgletscher

Eigernordwand - Hotel Bel-Air Eden Grindelwald

Eigernordwand - Hotel Bel-Air Eden Grindelwald

Grindelwald, First - LIVE (2168 m.ü.M.)

Grindelwald, First - LIVE (2168 m.ü.M.)

Gasthof Panorama

Gasthof Panorama

Wetterhorn

Wetterhorn

Hotel Belvedere Grindelwald - panoramic view

Hotel Belvedere Grindelwald - panoramic view

Hotel Belvedere Grindelwald - Panoramic view 2

Hotel Belvedere Grindelwald - Panoramic view 2

The North Face of Eiger, Grindelwald

The North Face of Eiger, Grindelwald

Grindelwald - Grund Blick nach Norden (Reeti, Aellfluh)

Grindelwald - Grund Blick nach Norden (Reeti, Aellfluh)

Interaktive 360°-Webcam Grindelwald-First

Interaktive 360°-Webcam Grindelwald-First

"Solo la scalata del Finsteraarhorn da questo lato è assolutamente impossibile per l’essere umano", così si esprimeva nel 1830 il naturalista solettese Franz Josef Hugi,

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Sono i cacciatori di camosci Alois Volker, Joseph Bortis e Arnold Abbühl, garzone dell’Ospizio del Grimsel, che il 16 agosto 1812 sono effettivamente arrivati sul punto più alto mentre l’industriale argoviese Rudolf Meyer rimaneva indietro esausto, con Kaspar Huber, sulla cresta sud-est ancora oggi classificata difficile? Una domanda alla quale non sarà mai data una risposta completa. Una cosa è certa: oggi quasi nessuno sale più per la via Meyer. È troppo lunga per gli alpinisti di livello medio e anche troppo difficile. L’attuale via normale lungo la parete sud-ovest e la cresta nord-ovest è stata percorsa per la prima volta dalle guide della Valle dell’Hasli (Haslital) Jakob Leuthold e Johann Währen il 10 agosto 1829, mentre Hugi è costretto a rimanere indietro, a causa di una distorsione al piede, fermandosi un po’ sopra la sella che porta il suo nome (4088 m). Questa sella era già stata raggiunta nel 1828 durante la prima delle tre spedizioni di Hugi al Finsteraarhorn, ma una tormenta aveva impedito la prosecuzione dell’impresa. Nell’estate del 1842, alcune guide raggiungono di nuovo la cima insieme al primo turista in assoluto, lo studente Rudolf Sulger.

0 Commenti

Commenta questo articolo

Le caselle contrassegnate con * sono obbligatorie.

Seleziona una visione diversa per i risultati: