Il Gansabhauet di Sursee (LU)

Sursee

Hotel Bellevue am See, Sursee

Hotel Bellevue am See, Sursee

San Martino (11 novembre)

Sursee, una cittadina dell'interno presso Lucerna, è sede di un'usanza unica in Svizzera e per questo attira molti spettatori.

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto

Il giorno di San Martino (11 novembre) un'oca morta viene appesa per il collo su un palco dinanzi al municipio. I ragazzi tentano, uno dopo l'altro e secondo una sequenza stabilita a sorte, di tirare giù l'oca con una sciabola non affilata. Indossano una gonna rosso porpora, una maschera a forma di sole e... una benda sugli occhi. Essendo consentito un unico colpo, di solito deve trascorrere un po' di tempo prima che, alla fine, l'oca cada tra gli applausi del pubblico.

Tra un colpo e l'altro, i bambini partecipano a dei concorsi: si arrampicano su un abete scortecciato per prendere i doni appesi, saltellano in grandi sacchi di juta oppure fanno a gara su chi fa le smorfie più belle. I giochi dei bambini sono noti dal 1880 circa, mentre l'origine del Gansabhauet, la cui prima attestazione risale al 1821, si perde nella notte dei tempi. L'usanza è un "residuo" di un gioco con i volatili che in passato era diffuso in tutta l'Europa. Dal 1997 all'usanza tradizionale si è aggiunto un corteo di luci che la sera attraversa il centro storico buio



0 Commenti

Commenta questo articolo

Le caselle contrassegnate con * sono obbligatorie.

Seleziona una visione diversa per i risultati: