Cosa si dovrebbe portare per l'osservazione degli uccelli

L'osservazione degli uccelli è un'attività affascinante e anche rilassante. Servono solo un po' di pazienza e di tranquillità.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
È un hobby che si può praticare bene da soli, ma anche in due, con la famiglia o in piccoli gruppi guidati. Il mondo dell'ornitologia si presenta sempre diverso, a seconda della postazione. Le aree a tutela dell'avifauna e quelle protette sono biotopi sensibili che richiedono un po' di cautela, rispetto e prudenza da parte dell'osservatore, ma che lo premiano per questo con scenari stimolanti grazie alle proprie complesse reti di rapporti,

a patto che disponga di un equipaggiamento adatto e si uniformi a un paio di regole d'oro.

Servono
  • un binocolo, se possibile potente (per es. 10 x 50 = ottica x diametro). Sicuramente si permetterà anche ad altri esperti di guardare con il proprio binocolo.
  • Un registro delle specie al cui interno si troveranno nomi, caratteristiche e dati sulle stagioni o sulle aree preferite dal vostro esemplare, oltre a molti particolari degni di nota in merito al mondo dell'ornitologia.
  • Un po' di tranquillità e pazienza. Gli uccelli sono amici prudenti. Tutte le chiacchiere ad alta voce e la gesticolazione li tengono a distanza. Però in breve tempo si accosteranno: basterà stare seduti per un po' e attenderli un po' nascosti.
  • Buone scarpe, una giacca a vento e, a seconda della lunghezza dell'escursione, qualche provvista e acqua.
  • Proseguendo, guardarsi brevemente alle spalle per accertarsi di non avere lasciato nulla. 



Seleziona una visione diversa per i risultati: