Luxemburgerli: baci di spuma

Luxemburgerli: baci di spuma

In passato i pasticcieri giravano il mondo. Così sono nati anche i Luxemburgerli della pasticceria Sprüngli di Zurigo: nel 1957 un collaboratore portò la ricetta dal Lussemburgo. All'inizio si chiamavano «Baisers de mousse», baci di spuma, ma il...più

Zuger Kirsch: acquavite doc

Zuger Kirsch: acquavite doc

Tra le celebrità della regione va annoverato anche il Zuger Kirsch, prodotto nelle distillerie intorno a Zugo. La famosa acquavite costituisce anche uno dei principali ingredienti della Zuger Kirschtorte, dolce torta con una base di mandorle e...più

Spezzatino alla zurighese: la star

Spezzatino alla...

Chi non lo conosce? Lo puoi trovare in menù da Anchorage a Tokio: è lo...più

Spanischbrödli

Spanischbrödli

Sottilissimi veli di sfoglia, morbidamente sovrapposti: sono gli...più

Luxemburgerli: baci di spuma

In passato i pasticcieri giravano il mondo. Così sono nati anche i Luxemburgerli della pasticceria Sprüngli di Zurigo: nel 1957 un collaboratore portò la ricetta dal Lussemburgo. All'inizio si chiamavano «Baisers de mousse», baci di spuma, ma il nome non incontrava i favori dei clienti che non ordinavano i baci schiumosi, bensì i dolcetti dei lussemburghesi: i Luxemburgerli, appunto. Che nel frattempo sono diventati di culto.

Luxemburgerli: baci di spuma

Zuger Kirsch: acquavite doc

Tra le celebrità della regione va annoverato anche il Zuger Kirsch, prodotto nelle distillerie intorno a Zugo. La famosa acquavite costituisce anche uno dei principali ingredienti della Zuger Kirschtorte, dolce torta con una base di mandorle e noci, biscotto, panna e Kirsch. Creata nel 1921 dal pasticciere di Zugo Heinrich Höhn, oggi è una delle star dell'arte pasticciera elvetica.

Tra le celebrità della regione va annoverato anche il Zuger Kirsch, prodotto nelle distillerie intorno a Zugo.

Spezzatino alla zurighese: la star

Chi non lo conosce? Lo puoi trovare in menù da Anchorage a Tokio: è lo spezzatino alla zurighese, preparato di solito con carne di vitello e un'ottima salsa alla panna. Legata strettamente alla città sulla Limmat, la ricetta è comparsa per la prima volta su un libro di cucina nel 1941, benché già nel XVIII sec. fosse la pietanza preferita (allora insieme ai rognoni) dai membri delle corporazioni zurighesi. In molti ristoranti cittadini si assaggia questo ottimo classico, accompagnato da una croccante porzione di Rösti.

Spezzatino alla zurighese: la star

Spanischbrödli

Sottilissimi veli di sfoglia, morbidamente sovrapposti: sono gli Spanischbrödli. Già nel XVIII sec. deliziavano i palati della Zurigo bene e la servitù veniva spedita a Baden per farne scorta, affinché non mancassero mai a colazione. Dal 1847 le ferrovie ne iniziarono il trasporto e quella linea prese il nome di «Spanischbrödlibahn». Nel 2007 quattro fornai hanno tentato il remake, con ripieno di carote e nocciole.

Sottilissimi veli di sfoglia, morbidamente sovrapposti.