Chasselas: frizzanti emozioni

Chasselas: frizzanti emozioni

Féchy, Yvorne, Dézaley: sono soltanto alcuni degli altisonanti nomi che ben rappresentano i bianchi frizzanti della regione. Vengono prodotti dalle uve Chasselas, che da oltre 800 anni maturano sui pendii soleggiati intorno al Lemano, nell'area di...più

Papet vaudois: furba creazione

Papet vaudois: furba creazione

Patate, porri e una gustosa salsiccia di maiale al cavolo: sono gli ingredienti del papet vaudois, la specialità più amata nella Regione del Lemano. Secondo la leggenda questa ghiottoneria ha visto la luce nel villaggio di Orbe, oltre 1100 anni...più

Vacherin Mont-d'Or DOP: very hot!

Vacherin...

Ai gourmet piace caldo: ne impacchettano le scatole di legno d'abete...più

La raisinée: alchimia in cucina

La raisinée:...

La raisinée – o «vin cuit» – è un miracolo di storica alchimia: in un...più

Chasselas: frizzanti emozioni

Féchy, Yvorne, Dézaley: sono soltanto alcuni degli altisonanti nomi che ben rappresentano i bianchi frizzanti della regione. Vengono prodotti dalle uve Chasselas, che da oltre 800 anni maturano sui pendii soleggiati intorno al Lemano, nell'area di Vully, nei pressi di Aigle e nella regione di Yverdon-les-Bains. Lo Chasselas è un vino ideale per aperitivi, si sposa coi piatti a base di pesce ed è il classico compagno della fondue. Accanto al rosso Pinot nero, questo vitigno bianco è uno dei più coltivati in Svizzera e insieme uno dei più amati.

Chasselas: frizzanti emozioni

Papet vaudois: furba creazione

Patate, porri e una gustosa salsiccia di maiale al cavolo: sono gli ingredienti del papet vaudois, la specialità più amata nella Regione del Lemano. Secondo la leggenda questa ghiottoneria ha visto la luce nel villaggio di Orbe, oltre 1100 anni fa: essendo a corto di carne per offrire un vitto decoroso a un re, di passaggio col suo seguito, gli abitanti «rimpolparono» le salsicce coi cavoli. Il sovrano si leccò i baffi e a Orbe scoprirono di aver inventato una ricetta davvero unica. Furbi, questi svizzeri occidentali!

Papet vaudois: furba creazione

Vacherin Mont-d'Or DOP: very hot!

Ai gourmet piace caldo: ne impacchettano le scatole di legno d'abete nella carta stagnola, irrorano il formaggio di vino bianco frizzante e lo mettono in forno. Accompagnata da patate, pane abbrustolito e noci, questa «minifondue» unica al mondo è davvero una leccornia. Ti consigliamo l'assaggio: a casa o in uno dei nostri accoglienti ristoranti!

Vacherin Mont-d'Or DOP: very hot!

La raisinée: alchimia in cucina

La raisinée – o «vin cuit» – è un miracolo di storica alchimia: in un grande paiolo, sul fuoco a legna, ribolle nelle notti autunnali il succo di mela e di pera. Solidificato, ai tempi era un surrogato dello zucchero. Oggi si serve insieme a gelato alla vaniglia, meringhe e crêpes, oppure forma il ripieno per squisitezze di pasticceria come il famoso «gâteau à la raisinée».

La raisinée: alchimia in cucina