Spanischbrödli

Spanischbrödli

Sottilissimi veli di sfoglia, morbidamente sovrapposti: sono gli Spanischbrödli. Già nel XVIII sec. deliziavano i palati della Zurigo bene e la servitù veniva spedita a Baden per farne scorta, affinché non mancassero mai a colazione. Dal 1847 le ferrovie ne iniziarono il trasporto e quella linea...più

Malakoff: qui rischi la dipendenza!

Malakoff: qui rischi la dipendenza!

Queste croccanti palline fritte di formaggio sono pericolose! Spesso gli ospiti non possono più smettere di ordinarle (pare che il record di queste...più

Salsicce vodesi: paradisiache

Salsicce vodesi:...

Tra le salsicce che vengono prodotte nella Regione del Lemano non c'è...più

Chasselas: frizzanti emozioni

Chasselas:...

Féchy, Yvorne, Dézaley: sono soltanto alcuni degli altisonanti nomi che...più

Spanischbrödli

Sottilissimi veli di sfoglia, morbidamente sovrapposti: sono gli Spanischbrödli. Già nel XVIII sec. deliziavano i palati della Zurigo bene e la servitù veniva spedita a Baden per farne scorta, affinché non mancassero mai a colazione. Dal 1847 le ferrovie ne iniziarono il trasporto e quella linea prese il nome di «Spanischbrödlibahn». Nel 2007 quattro fornai hanno tentato il remake, con ripieno di carote e nocciole.

Sottilissimi veli di sfoglia, morbidamente sovrapposti. Sono gli Spanischbrödli.

Malakoff: qui rischi la dipendenza!

Queste croccanti palline fritte di formaggio sono pericolose! Spesso gli ospiti non possono più smettere di ordinarle (pare che il record di queste «bombe di formaggio » sia 12). Secondo la tradizione, la loro nascita risalirebbe al 1854, quando molti svizzeri occidentali combattevano come mercenari in Crimea. Da lì avrebbero portato a casa e poi perfezionato la ricetta.

Malakoff: qui rischi la dipendenza!

Salsicce vodesi: paradisiache

Tra le salsicce che vengono prodotte nella Regione del Lemano non c'è che l'imbarazzo della scelta: la più celebre è il «saucisson vaudois». Non meno amata la «saucisse aux choux», o salsiccia ai cavoli. Al terzo posto ecco la «boutefas», un monumento alla norcineria: questo capolavoro arriva a pesare fino a due chili.

Salsicce vodesi: paradisiache

Chasselas: frizzanti emozioni

Féchy, Yvorne, Dézaley: sono soltanto alcuni degli altisonanti nomi che ben rappresentano i bianchi frizzanti della regione. Vengono prodotti dalle uve Chasselas, che da oltre 800 anni maturano sui pendii soleggiati intorno al Lemano, nell'area di Vully, nei pressi di Aigle e nella regione di Yverdon-les-Bains. Lo Chasselas è un vino ideale per aperitivi, si sposa coi piatti a base di pesce ed è il classico compagno della fondue. Accanto al rosso Pinot nero, questo vitigno bianco è uno dei più coltivati in Svizzera e insieme uno dei più amati.

Chasselas: frizzanti emozioni