Alimentarium - Museo dell’alimentazione

Alimentarium - Museo dell’alimentazione

Nel 1839 un farmacista tedesco si trasferì a Vevey nella Svizzera francofona e cambiò il suo nome da Heinrich Nestle in Henri Nestlé. La sua azienda, oggi famosa in tutto il mondo, fondò l'Alimentarium, un museo per l'alimentazione.più

Museo Olimpico

Museo Olimpico

Grazie alla tecnologia dei computer di ultima generazione e ai media audiovisivi vivere le Olimpiadi da vicino, provare quello che provano gli...più

Museo all'Aperto Ballenberg

Museo all'Aperto...

Dagli anni '70 in Svizzera non si demoliscono le antiche case contadine,...più

Il Bourbaki-Panorama - Un enorme dipinto circolare

Il...

Soldati morenti ai margini del sentiero, profughi civili con tutti i...più

Alimentarium - Museo dell’alimentazione

Nel 1839 un farmacista tedesco si trasferì a Vevey nella Svizzera francofona e cambiò il suo nome da Heinrich Nestle in Henri Nestlé. La sua azienda, oggi famosa in tutto il mondo, fondò l'Alimentarium, un museo per l'alimentazione.

Nel 1839 un farmacista tedesco si trasferì a Vevey nella Svizzera francofona e cambiò il suo nome da Heinrich Nestle in Henri Nestlé. La sua azienda, oggi famosa in tutto il mondo, fondò l'Alimentarium, un museo per l'alimentazione.

Museo Olimpico

Grazie alla tecnologia dei computer di ultima generazione e ai media audiovisivi vivere le Olimpiadi da vicino, provare quello che provano gli atleti e seguire la storia dei Giochi dall'antichità fino ai giorni nostri: è possibile al Museo Olimpico di Losanna.

Grazie alla tecnologia dei computer di ultima generazione e ai media audiovisivi vivere le Olimpiadi da vicino, provare quello che provano gli atleti e seguire la storia dei Giochi dall'antichità fino ai giorni nostri: è possibile al Museo Olimpico di Losanna.

Museo all'Aperto Ballenberg

Dagli anni '70 in Svizzera non si demoliscono le antiche case contadine, le stalle, i forni per la cottura del pane o i granai, se devono essere sostituiti da costruzioni moderne, bensì li si smantella una pietra dopo l'altra. Per poi erigerli nuovamente nel Museo all'Aperto Ballenberg.

Dagli anni '70 in Svizzera non si demoliscono le antiche case contadine, le stalle, i forni per la cottura del pane o i granai, se devono essere sostituiti da costruzioni moderne, bensì li si smantella una pietra dopo l'altra. Per poi erigerli nuovamente nel Museo all'Aperto Ballenberg.

Il Bourbaki-Panorama - Un enorme dipinto circolare

Soldati morenti ai margini del sentiero, profughi civili con tutti i loro averi e un'armata che consegna le proprie armi al confine svizzero: il Bourbaki-Panorama è contemporaneamente una testimonianza della storia dei mezzi di comunicazione e della guerra del XIX secolo.

Soldati morenti ai margini del sentiero, profughi civili con tutti i loro averi e un'armata che consegna le proprie armi al confine svizzero: il Bourbaki-Panorama è contemporaneamente una testimonianza della storia dei mezzi di comunicazione e della guerra del XIX secolo.