Rochers de Naye

Rochers de Naye

Le notevoli formazioni rocciose dei Rochers-de-Naye al di sopra di Montreux costituiscono uno dei più bei punti di osservazione della regione. A 2.045 metri di altitudine lo sguardo oltrepassa il Lago di Ginevra e le Alpi circostanti. O entra nelle tane delle marmotte.più

Parco naturale Gruyère Pays-d'Enhaut

Parco naturale Gruyère Pays-d'Enhaut

Il parco si trova nei Cantoni Friburgo e Vaud, tra la riva del Lago di Ginevra, la regione della Gruyère e quella di Saanen. L'agricoltura e la...più

Isola di San Pietro

Isola di San Pietro

Già gli abitanti delle palafitte amavano Erlach sul Lago di Bienne e...più

Emosson – Ferrovie e lago artificiale

Emosson –...

Il lago artificiale di Emosson è raggiungibile tramite tre inconsuete...più

Rochers de Naye

Le notevoli formazioni rocciose dei Rochers-de-Naye al di sopra di Montreux costituiscono uno dei più bei punti di osservazione della regione. A 2.045 metri di altitudine lo sguardo oltrepassa il Lago di Ginevra e le Alpi circostanti. O entra nelle tane delle marmotte.

Le rocce – les rochers –, a 2042 m al di sopra della città, formano parte di Montreux, come pure il castello di Chillon. Già nel 1892, i primi treni a vapore effettuavano il tragitto che va da Glion a Rochers de Naye.

Rochers de Naye
Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Parco naturale Gruyère Pays-d'Enhaut

Il parco si trova nei Cantoni Friburgo e Vaud, tra la riva del Lago di Ginevra, la regione della Gruyère e quella di Saanen. L'agricoltura e la vita alpestre intatta sono tipiche del Parco naturale Gruyère Pays-d'Enhaut. La regione è caratterizzata da un'unione impressionante tra uomo, cultura e natura.

Il parco si trova nei Cantoni Friburgo e Vaud, tra la riva del Lago di Ginevra, la regione della Gruyère e quella di Saanen. L'agricoltura e la vita alpestre intatta sono tipiche del Parco naturale Gruyère Pays-d'Enhaut. La regione è caratterizzata da un'unione impressionante tra uomo, cultura e natura.

Parco naturale Gruyère Pays-d'Enhaut
Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Isola di San Pietro

Già gli abitanti delle palafitte amavano Erlach sul Lago di Bienne e l'Isola di San Pietro. Anche i Romani vi lasciarono tracce, nel Medioevo vescovi e nobili amministravano i territori da qui. Attualmente entrambe sono meta gradita di escursioni per gli amanti della tranquillità e della Natura.

Già gli abitanti delle palafitte amavano Erlach sul Lago di Bienne e l'Isola di San Pietro. Anche i Romani vi lasciarono tracce, nel Medioevo vescovi e nobili amministravano i territori da qui. Attualmente entrambe sono meta gradita di escursioni per gli amanti della tranquillità e della Natura.

Isola di San Pietro
Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Emosson – Ferrovie e lago artificiale

Il lago artificiale di Emosson è raggiungibile tramite tre inconsuete ferrovie. Non c'è dubbio che già la partenza da Martigny via ferrovia in direzione di Chamonix, attraversando l'impraticabile gola, sia davvero impressionante.

Quattro emozionanti ferrovie portano al lago artificiale di Emosson. L’avventura ha inizio a Martigny, attraversa la profonda valle di Trento e si conclude sulla diga di sbarramento dall’altezza di 180 m.

Emosson – Ferrovie e lago artificiale
Per la vista dettagliata cliccare sulla carta