Metamorfosi: Carlo Nessi dipinti, disegni e sculture

Metamorfosi: Carlo Nessi dipinti, disegni e sculture

L'esposizione di dipinti, disegni e sculture di Carlo Nessi avrà luogo presso la Sala del Torchio del comune di Balernadal 30 gennaio al 21 febbraio 2016Vernissage 30 gennaio 2016, ore 18.00Presenta Dalmazio AmbrosioniRinfresco offerto dal Municipioaperto tutti i giorni dalle 14.00 alle 18.00 o...più

Guardati dall'alto

Guardati dall'alto

Secondo appuntamento con il cinema al Museo Vincenzo Vela, con il maestro del cinema di animazione Georges Schwizgebel.Una pomeridiana orgnaizazta...più

Flavia Leuenberger, un Ticino a stelle e strisce

Flavia...

Al centro di questa esposizione il progettoUn Ticino a stelle e strisce....più

Cézanne to Richter. Masterpieces of the Kunstmuseum Basel

Cézanne to...

Nella grande sala illuminata dal alto e negli spazi adiacenti del Museum...più

Metamorfosi: Carlo Nessi dipinti, disegni e sculture

L'esposizione di dipinti, disegni e sculture di Carlo Nessi avrà luogo presso la Sala del Torchio del comune di Balernadal 30 gennaio al 21 febbraio 2016Vernissage 30 gennaio 2016, ore 18.00Presenta Dalmazio AmbrosioniRinfresco offerto dal Municipioaperto tutti i giorni dalle 14.00 alle 18.00 o su appuntamento +4176 476 11 51

L'esposizione di dipinti, disegni e sculture di Carlo Nessi avrà luogo presso la Sala del Torchio del comune di Balernadal 30 gennaio al 21 febbraio 2016Vernissage 30 gennaio 2016, ore 18.00Presenta Dalmazio AmbrosioniRinfresco offerto dal Municipioaperto tutti i giorni dalle 14.00 alle 18.00 o su appuntamento +4176 476 11 51

Guardati dall'alto

Secondo appuntamento con il cinema al Museo Vincenzo Vela, con il maestro del cinema di animazione Georges Schwizgebel.Una pomeridiana orgnaizazta nell'ambito degli eventi collaterali pensati per dialogare e approfondire l'arte della fotografia, (e dellevedute in particolare), tema della mostra in corso al Museo "Con la luce di Roma. Fotografie dal 1840 al 1870 nella Collezione Marco Antonetto".Sarà lo stesso regista a presentare al pubblico una selezione dei suoi cortometraggi, opere pittoriche in movimento, che spesso mostrano vedute dall'alto e paesaggi urbani di vera poesia.La fotografia é un'arte a cui Schizgebel ha spesso guardato, come rivela lo stesso artista: "Adoro la fotografia. Quando mi documento per il prossimo film, spesso mi ispiro alla fotografia, così come alla pittura. Nel 1986 ho anche realizzato un film, Nakounine, con immagini scattate in bicicletta, per le strade di Shangai, in Cina, dove ho trascorso un anno. Tornato a Ginevra, ho ripreso queste fotografie cin movimenti di camera che imitano i percorsi in bici".Entrata CHF 10.- / ridotti (AVS, AI, Studenti) CHF 8.-

Secondo appuntamento con il cinema al Museo Vincenzo Vela, con il maestro del cinema di animazione Georges Schwizgebel.Una pomeridiana orgnaizazta nell'ambito degli eventi collaterali pensati per dialogare e approfondire l'arte della fotografia, (e dellevedute in particolare), tema della mostra in corso al Museo "Con la luce di Roma. Fotografie dal 1840 al 1870 nella Collezione Marco Antonetto".Sarà lo stesso regista a presentare al pubblico una selezione dei suoi cortometraggi, opere pittoriche in movimento, che spesso mostrano vedute dall'alto e paesaggi urbani di vera poesia.La fotografia é un'arte a cui Schizgebel ha spesso guardato, come rivela lo stesso artista: "Adoro la fotografia. Quando mi documento per il prossimo film, spesso mi ispiro alla fotografia, così come alla pittura. Nel 1986 ho anche realizzato un film, Nakounine, con immagini scattate in bicicletta, per le strade di Shangai, in Cina, dove ho trascorso un anno. Tornato a Ginevra, ho ripreso queste fotografie cin movimenti di camera che imitano i percorsi in bici".Entrata CHF 10.- / ridotti (AVS, AI, Studenti) CHF 8.-

Flavia Leuenberger, un Ticino a stelle e strisce

Al centro di questa esposizione il progettoUn Ticino a stelle e strisce. Ritratti di Ticinesi emigrati negli USAdi Flavia Leuenberger, fotografa di Balerna, che rimasta al contempo colpita e affascinata dalle lettere degli emigranti ticinesi in California pubblicate da Giorgio Cheda negli anni Ottanta, ha deciso di partire per gli Stati Uniti alla ricerca di queste tracce del nostro passato.Un'esposizione che ci racconta della nostra emigrazione e della nostra storia, degli anni in cui per sopravvivere e in cerca di benessere erano le nostre genti a partire. L'occasioneper riflettere, da un lato, sulla situazione migratoria attuale in cui il movimento di intere popolazioni è quotidianamente sotto l'occhio dei riflettori e al centro di accesi dibattiti. Dall'altro lato questa vuol essere anche lo spunto per interrogarsi sugli Svizzeri all'estero; ci si concentra sempre più su chi arriva nel nostro Paese, dimenticando quanti sono partiti e ancora oggi lasciano la Svizzera per vivere altrove.Domenica 21 febbraio ore 11, inaugurazione della mostra fotograficaSeguirà un rinfresco alla presenza dell'artistaIngresso libero

Al centro di questa esposizione il progettoUn Ticino a stelle e strisce. Ritratti di Ticinesi emigrati negli USAdi Flavia Leuenberger, fotografa di Balerna, che rimasta al contempo colpita e affascinata dalle lettere degli emigranti ticinesi in California pubblicate da Giorgio Cheda negli anni Ottanta, ha deciso di partire per gli Stati Uniti alla ricerca di queste tracce del nostro passato.Un'esposizione che ci racconta della nostra emigrazione e della nostra storia, degli anni in cui per sopravvivere e in cerca di benessere erano le nostre genti a partire. L'occasioneper riflettere, da un lato, sulla situazione migratoria attuale in cui il movimento di intere popolazioni è quotidianamente sotto l'occhio dei riflettori e al centro di accesi dibattiti. Dall'altro lato questa vuol essere anche lo spunto per interrogarsi sugli Svizzeri all'estero; ci si concentra sempre più su chi arriva nel nostro Paese, dimenticando quanti sono partiti e ancora oggi lasciano la Svizzera per vivere altrove.Domenica 21 febbraio ore 11, inaugurazione della mostra fotograficaSeguirà un rinfresco alla presenza dell'artistaIngresso libero

Cézanne to Richter. Masterpieces of the Kunstmuseum Basel

Nella grande sala illuminata dal alto e negli spazi adiacenti del Museum für Gegenwartskunst sono esposti capolavori da Paul Cézanne a Gerhard Richter. Si tratta di una panoramica che evidenzia in modo diretto gli sviluppi artistici essenziali della pittura europea fino agli anni  70. Il filo conduttore di questa presentazione composta da circa 70 opere è la cronologia, non tanto volta ad illustrare didatticamente il susseguirsi di correnti artistiche quanto a mostrarne la simultaneità, caratteristica tipica dell'età moderna.

Nella grande sala illuminata dal alto e negli spazi adiacenti del Museum für Gegenwartskunst sono esposti capolavori da Paul Cézanne a Gerhard Richter. Si tratta di una panoramica che evidenzia in modo diretto gli sviluppi artistici essenziali della pittura europea fino agli anni  70. Il filo conduttore di questa presentazione composta da circa 70 opere è la cronologia, non tanto volta ad illustrare didatticamente il susseguirsi di correnti artistiche quanto a mostrarne la simultaneità, caratteristica tipica dell'età moderna.