Loco, l'antico capoluogo

Loco

Loco, il centro dell'intreccio della paglia dell'Onsernone, nel Medioevo era il capoluogo del "Comune di Onsernone" fondato intorno all'anno Mille. Oggi la località è celebre soprattutto per il Museo onsernonese e il mulino.

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Il museo venne fondato nel 1966 su iniziativa di alcuni abitanti dell'Onsernone particolarmente interessati e impegnati dal punto di vista culturale. Il fattore scatenante fu il desiderio delle persone del posto di conservare e rendere accessibile al pubblico l'eredità etnografica e culturale della regione.
Il museo in un'antica abitazione onsernonese presenta un'ampia varietà tematica: dalla quotidianità della vita e del lavoro dei contadini, attraverso l'industria della paglia per arrivare all'emigrazione, dalla cultura sacra e profana fino alle testimonianze della presenza di celebri personalità della cultura europea.

Il mulino di Loco, una delle più antiche fonti di produzione alimentare della regione, risale al 18° secolo. Il mulino è stato restaurato fedelmente e rimesso in attività. Dal 1991 con l'antica macina del mulino viene macinato il mais per la farina della polenta.
Il mulino è un'importante testimone dell'epoca per la valle Onsernone e della sua tradizione di molitura: alla fine del 19° secolo nella valle Onsernone vi erano 27 mulini in attività che oggi per la maggior parte sono scomparsi o non più in funzione. I visitatori possono scoprire molto altro in un'esposizione, tenuta la piano superiore sulla storia e la tecnica dei mulini da grano dell'Onsernone.

Seleziona una visione diversa per i risultati: