Trans Swiss Trail

Sentiero del Sole

488 chilometri, 32 tappe, 1 avventura. L’escursione di più giorni si snoda attraverso una ricca varietà di paesaggi: mari di felci e boschi di betulle, laghi e famosi monti panoramici.

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
1° giorno:
Bellinzona-Tesserete (20 km): qualunque inizio è duro: ripida è infatti anche la salita da Bellinzona con i suoi celebri castelli, dichiarati Patrimonio UNESCO nel 2000, fino alla Val d’Isone. Ma ben presto la piana di Magadino occhieggia molto più in basso, e una volta arrivati a Gola di Lago, un lago ormai ridotto a palude, si sono già superati ben 700 metri di dislivello. Attraverso un mare di felci e poi un rado bosco di betulle si prosegue in direzione Monte Bigorio, per ridiscendere infine verso Tesserete. Si passa così dal più antico convento svizzero di cappuccini: come un nido d’aquila, Santa Maria veglia sul paese con i suoi 1500 abitanti.

2° giorno:
Tesserete–Lugano (9 km): il percorso segue un’alta dorsale fittamente ricoperta di boschi e, presso la cappella di San Bernardo, sorprende con uno scorcio fantastico sul bacino lacustre di Lugano e sulla città medesima, che si allarga sempre più sulle colline circostanti. Con il suo fascino mediterraneo, seduce soprattutto nel proprio cuore: nelle tiepide serate estive, magari sul lungolago dove si celebra l’italianità e si festeggia la vita.

3° giorno:
Lugano-Morcote (14 km): oggi è concesso barare un po’: i primi 600 metri di dislivello si superano comodamente a bordo di un trenino. La successiva escursione dal Monte San Salvatore a Vico Morcote è un classico per tutta la famiglia. Si scende gradatamente, a volte nel bosco, poi di nuovo attraverso paesini ben tenuti. E non si è mai lontani dal prossimo grotto: insomma, una tappa per camminatori edonisti.

4° giorno:
Morcote-Mendrisio (13 km): un piccolo viaggio in battello – da Morcote a Terniciolo – dischiude romanticamente il Patrimonio UNESCO del Monte San Giorgio: nel ventre della montagna giace nascosto un ricco tesoro di fossili. Una piccola parte dei resti di dinosauri si può ammirare al nuovo Museo di Meride.

Attrazioni & idee

  • I castelli di Bellinzona sono Patrimonio UNESCO dal 2000: visite guidate ogni sabato
  • Il camping del TCS di Bellinzona è in posizione ideale per prepararsi a scoprire la città
  • Lo «Splash & Spa»; di Rivera offre divertenti avventure acquatiche (apertura inizio estate 2013)
  • Il Parco Scherrer di Morcote incanta i suoi visitatori con arte, architettura e piante
  • Il Ticino gastronomico si assapora in uno dei tanti grotti, come il Grotto Fossati di Meride
  • Il Museo dei fossili di Mendrisio mostra l’importanza del Monte San Giorgio, Patrimonio UNESCO



Seleziona una visione diversa per i risultati: