Festspiele

St.Gallen

Kathedrale St.Gallen

Kathedrale St.Gallen

Stephanshorn 1

Stephanshorn 1

Winkeln East

Winkeln East

St.Gallen Ost

St.Gallen Ost

Kreuzbleiche

Kreuzbleiche

Saint Gallen - Traffic Views

Saint Gallen - Traffic Views

Säntis est

Säntis est

Institut für Wirtschaftsinformatik, Universität St. Gallen

Institut für Wirtschaftsinformatik, Universität St. Gallen

Klosterplatz St. Gallen

Klosterplatz St. Gallen

Stadt St. Gallen, City Panorama - Blick Richtung Stadtzentrum und Bodensee

Stadt St. Gallen, City Panorama - Blick Richtung Stadtzentrum und Bodensee

Nell'estate 2006 il festival St.Galler Festspiele ha vissuto la sua prima riuscita edizione. Fino ad oggi sono stati più di 26.000 gli spettatori entusiasti che hanno visitato il festival di dieci giorni, al cui centro figura la produzione all'aperto di un'opera rara nella corte del monastero.

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Nel 2006, il primo anno, si è recitato davanti ad una tribuna posizionata in direzione dell'edificio governativo e che offriva posto a 2.500 visitatori. Nel 2007 il palco/tribuna è stato girato e posizionato davanti alle torri del monastero, modifica che è costata il sacrificio di 300 posti.

Ed ecco la situazione odierna:
quest'anno è stata mantenuta la stessa posizione, la tribuna è stata ulteriormente ridotta in considerazione dell'atmosfera di questo luogo, patrimonio culturale dell'umanità. Ora i St. Galler Festspiele offrono posto a ca. 1900 visitatori per spettacolo.
I St.Galler Festspiele sono inconfondibili anche per la rassegna "Tanz in der Kathedrale", ossia danza nella Cattedrale, grazie alla quale è possibile assistere al connubio unico di danza, splendida ambientazione barocca della cattedrale e musica sacra. Il programma dei concerti rappresenta il terzo pilastro dei St.Galler Festspiele, che con il "Forum für alte Musik" (forum della musica antica) si ispira al repertorio tradizionale.
In questo modo i St.Galler Festspiele, ancora giovani, costituiscono una vera e propria integrazione all'offerta di festival nazionali ed internazionali già esistenti e hanno così l'opportunità di divenire un elemento imprescindibile dell'agenda consolidata dei festival.



0 Commenti

Commenta questo articolo

Le caselle contrassegnate con * sono obbligatorie.

Seleziona una visione diversa per i risultati: