Parco naturale Pfyn-Finges

Pfyn-Finges

Leukerbad - Rhonetal

Leukerbad - Rhonetal

Leukerbad Bodmen

Leukerbad Bodmen

Gemmipass Richtung Alpensüdkamm - Leukerbad

Gemmipass Richtung Alpensüdkamm - Leukerbad

Burgerbad Leukerbad

Burgerbad Leukerbad

Leukerbad - Torrent

Leukerbad - Torrent

Leukerbad Burgerbad Therme - Switzerland

Leukerbad Burgerbad Therme - Switzerland

Die Schweizer Rotweinmetropole Salgesch

Die Schweizer Rotweinmetropole Salgesch

Salgesch

Salgesch

Camping + Restaurant Bella-Tola

Camping + Restaurant Bella-Tola

Rhonetal

Rhonetal

Sennerei

Sennerei

Unterems

Unterems

Kehr

Kehr

Oberems

Oberems

Stafel

Stafel

Panorama zoom

Panorama zoom

StobFesel

StobFesel

Gampel Jeizinen Feselalp

Gampel Jeizinen Feselalp

Untere Feselalp, Jeizinen

Untere Feselalp, Jeizinen

Jeizinen Dorf

Jeizinen Dorf

Una varietà di paesaggi, habitat naturali e particolarità culturali. I passaggi dal ghiacciaio alla viticoltura, dalla zona umida alla steppa rocciosa, dal rifugio alpino al castello e dal tedesco al francese costituiscono l'eccezionale attrattiva di questo parco naturale del Vallese centrale.

Detailkarte einblenden

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Pfyn-Finges si estende da Gampel a Sierre e dalle terrazze coltivate a vigna di Salgesch al Bishorn. I 12 comuni occupano un territorio di 279 chilometri quadrati e si trovano tra 500 e 4153 metri di altitudine.

Grazie al clima caldo e asciutto, nel Vallese centrale è presente un'eccezionale diversità di specie, simile a quella mediterranea. La natura è influenzata, oltre che dal clima, anche da diversi processi dinamici: colate detritiche torrentizie, smottamenti, incendi e naturalmente l'impetuoso Rodano con le sue zone golenali.

Il Parco naturale è facilmente accessibile con i mezzi pubblici ed è molto noto tra gli ornitologi. Oltre a gioielli come la valle del Turtmann con il Barrhorn, la meta di escursioni più alta, o le steppe rocciose di Leuk, il Parco naturale Pfyn-Finges comprende una delle regioni vitivinicole più importanti del Paese e tesori culturali come il castello di Leuk, restaurato da Mario Botta.

0 Commenti

Commenta questo articolo

Le caselle contrassegnate con * sono obbligatorie.

Seleziona una visione diversa per i risultati: