Sbandieratori: antica tradizione e grande arte

Svizzera

L’arte dello sbandieratore rientra tra le più antiche discipline sportive nazionali elvetiche. Come la lotta tradizionale o lo jodel, essa viene esibita soprattutto nelle tradizionali feste popolari.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Quasi fosse un gioco da ragazzi, gli sbandieratori fanno volteggiare in aria le loro sventolanti bandiere emanando un’ammirevole calma interiore. L’apparente facilità però è frutto di un duro allenamento: anche il più piccolo movimento frettoloso manda in fumo l’arte. Ed è davvero un’arte, riuscire a compiere 99 movimenti circolari diversi con sicurezza tanto con la mano sinistra quanto con la destra: dai movimenti al corpo a quelli piatti, fino ai movimenti alti.

L’arte dello sbandieratore, spesso accompagnata dal suono dell’alphorn, è una delle usanze che colorano le feste popolari. Ma è anche una delle più antiche discipline sportive nazionali. Durante le feste dello jodel o della lotta svizzera, i candidati si affrontano in “esercizi di combattimento” della durata di tre minuti. Chiunque desideri imparare, frequenta un corso: ad esempio nell’Brunnen o nell’Emmental.

Informazione

Lancio della bandiera a Brunnen
Da metà giugno a metà settembre, ogni mercoledì sera (tempo permettendo) il gruppo folcloristico locale eseguirà, nel centro del paese, il lancio delle bandiere, suonerà il corno delle Alpi ed entusiasmerà gli ospiti provenienti da tutto il mondo. Offrirà inoltre, a tutti coloro che lo desiderano, l’opportunità di provarci anche loro. Maggiori informazioni
Lancio della bandiera ad esempio nell’Emmental.
Maggiori informazioni

Seleziona una visione diversa per i risultati: