Il "Passo dei Rösti": tra Svizzera romanda e tedesca

Schwarzsee

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto

Descrizione

L'idillico e quieto lago Schwarz sembra assorto in un sogno. Il nome (lago Nero) di queste acque basse e paludose è meritato, poiché la loro liscia superficie riflette con tinte scure le abetaie che circondano il lago. Prende avvio proprio dalla frequentata località turistica di Schwarzsee la facile escursione che valica l'Euschelspass per arrivare a Jaun, unico comune di lingua tedesca nella Gruyère. Lo stesso Euschelspass è quasi sul confine linguistico e toponimi come Ober Recardets o La Spielmmanda testimoniano i duplici influssi. Lungo l'itinerario colpiscono le tipiche baite friburghesi con i bassi tetti di scandole dai riflessi argentati. Ma luccicano chiare anche le vette di Schafberg e Schopfenspitz, che fanno la guardia a sinistra e a destra del lungo Passo. Dalla cima di quest'ultimo (1567 m s.m.) lo sguardo spazia verso sud sulla tranquilla valle di Jaun e sull'imponente catena dei Gastlosen, con le celebri pareti da roccia. Scendendo verso il pittoresco Jaun si passa accanto alle rovine della rocca di Bellegarde: la frontiera linguistica è sempre presente.
Accesso:
Con i mezzi (bus) da Friburgo via Plaffeien a Schwarzsee; ritorno da Jaun via Bulle fino a Friburgo.

Affinché l’escursione sia gradevole, è importante effettuare un’accurata pianificazione del tour. Prima di intraprendere l’escursione, informatevi presso il centro informazioni locale sullo stato del percorso e le condizioni meteo. Questo itinerario escursionistico può essere chiuso o interrotto a seconda della stagione e delle condizioni atmosferiche.

0 Commenti

Commenta questo articolo

Le caselle contrassegnate con * sono obbligatorie.

Seleziona una visione diversa per i risultati: