Baltschieder - Via ferrata

Baltschieder

Itinerario alpino con sicurezze un po'al risparmio e con capanna all'uscita. Fantastico lo scenario della Valle di Baltschieder; la discesa è poi soltanto una passeggiata panoramica.

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Difficoltà
K3-4. Via ferrata di una certa difficoltà, anche per la sua particolare lunghezza; i passaggi più belli all'attacco e sull'imponente torrione: tra questi due punti vi sono però anche molte zone d'erba (fiori!). È perciò consigliabile solo con tempo asciutto.
Chi vuole percorrere "l'itinerario delle narici" (variante), deve dotarsi di una lampada frontale, di una corda da 20 m e di alcuni moschettoni/cordini ad anello per le assicurazioni intermedie.

Località a valle/Punto di partenza
Ausserberg (1008 m) sulla rampa sud del Lötschberg. Autobus da Visp.

Avvicinamento
Da Ausserberg (1008 m) dapprima su strada asfaltata, salendo su pendio soleggiato verso Niwärch, un'antica condotta d'acqua ("Suone"). Sullo stretto sentiero che segue il tracciato della "Suone", si sale dolcemente nella pittoresca Valle di Baltschieder. Dietro le capanne dell'Üsser Senntums (1287 m) si vede ben presto sulla sinistra l'imponente fossato che scende direttamente dalla capanna Wiwanni; la via ferrata si snoda a destra di questo fossato sopra il dorso. Segnalazioni blu conducono dal fondovalle (tavola informativa) per prati sassosi e pendii fino alla bocchetta della cresta e, a destra, all'attacco con il grande punto esclamativo di colore rosso (ca. 1780 m).

Via ferrata Baltschieder

Direttamente lungo la corda metallica, la via sale ripida per gradini di roccia e canaloni sul gigantesco pendio in parte ricoperto d'erba, che si risale con fatica fino ad un torrione roccioso molto evidente. Aggirarlo sulla destra e in notevole esposizione scendere in diagonale fino ad una bocchetta, poi superando salti di roccia e un filo di cresta nuovamente su un tratto erboso e lungo la corda metallica fino all'uscita (ca. 2440 m). Seguendo la traccia di sentiero a sinistra si raggiunge la capanna Wiwanni (2463 m).

Discesa
Sul sentiero della capanna, segnato in bianco-rosso-bianco, scendere nel bosco di larici, poi tenendo la sinistra verso i paravalanghe. Proseguire la discesa a zig-zag verso una traccia di strada carraia che si trasforma presto in una stradina che scende con ampi tornanti nel Telwald. Vicino ad un paio di capanne s'incrocia la Niwärch, raggiungendo poi Ausserberg.


Quelle:
Eugen E. Hüsler/Daniel Anker: Wandern vertikal. Die Klettersteige der Schweiz, AT Verlag, Baden 2004

Informazioni

Zona: Alpi Bernesi meridionali, Gruppo del Bietschhorn
Cima/Punto massimo: capanna Wiwanni (2463 m)
Tempo impiegato: avvicinamento 2 ore e 3D4, via ferrata 2 ore e 3D4, discesa 2 ore e 1D2; in totale 8 ore.
Dislivello: 1500 m



0 Commenti

Commenta questo articolo

Le caselle contrassegnate con * sono obbligatorie.

Seleziona una visione diversa per i risultati: