Quando il treno gira in tondo

Brusio

Il Bernina Express con carrozze panoramiche sul viadotto elicoidale presso Brusio

Il Bernina Express con carrozze panoramiche sul viadotto elicoidale presso Brusio

Kreisviadukt Brusio

Kreisviadukt Brusio

Miralago

Miralago

Le Prese (GR)

Le Prese (GR)

Gli ingegneri progettisti della Ferrovia del Bernina, a cavallo delle Alpi, si sono confrontati con alcune sfide davvero estreme.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Il tragitto, che porta da Tirano (429 m), attraverso il Passo del Bernina (2253 m), a St. Moritz (1775 m s.l.m.), non doveva solo superare grandi dislivelli su brevi distanze, ma anche evitare per quanto possibile un eccesso di gallerie, dato il suo carattere turistico. Il difficile compito è stato risolto a regola d'arte: la Ferrovia del Bernina è l'unica a valicare le Alpi senza tunnel alla base o in quota e nasconde elegantemente le curve, che coprono i dislivelli, non in una galleria elicoidale, bensì in un viadotto elicoidale all'aperto. Sopra Brusio, nella Val Poschiavo, la linea del Bernina supera con un doppio passante di 100 m di diametro un notevole dislivello. Grazie al passaggio "aperto" su un viadotto, sotto la cui terza arcata di ponte il treno si infila, i passeggeri possono godere appieno di questo miracolo.

Accesso:
Con mezzi o auto fino a Tirano; da qui la Ferrovia del Bernina.

Seleziona una visione diversa per i risultati: