Carne secca vallesana IGP: top

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Un celebre simbolo dell'eredità gastronomica cantonale è la carne secca vallesana IGP indicazione geografica protetta. Già nel XIV sec. ne troviamo descritto il sistema di lavorazione: con sale, erbe e altre spezie si spalma la carne di manzo cruda, che viene poi lasciata nell'essiccatoio di legno per almeno sei settimane. Si prende in considerazione solo carne di prima scelta, che verrà poi assaporata con pane di segale, un Fendant fruttato e una terrazza assolata.

0 Commenti

Commenta questo articolo

Le caselle contrassegnate con * sono obbligatorie.

Seleziona una visione diversa per i risultati: