Itinerario del cuore

Lausanne - Rorschach

L'itinerario del cuore, che unisce Lausanne a Rorschach, conduce attraverso i luoghi più belli della Svizzera prealpina. I sentieri solitari, lontani dal rumore del traffico e dalla vita frenetica, sono particolarmente adatti all'esplorazione con le e-bike. In questo modo il percorso offre un incontro appassionato tra natura e uomo.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
1° giorno:
Lausanne–Romont (50 km): L'itinerario del cuore inizia sull'elegante lungolago di Losanna. La salita verso Lavaux, patrimonio mondiale dell'umanità, offre una vista spettacolare sul Lago Lemano e sulle Alpi. Fino a Romont pittoreschi scorci panoramici e pascoli verdeggianti catturano lo sguardo.

2° giorno:
Romont–Laupen (63 km): Da Romont il percorso offre una ricca varietà di scenari, che vanno dalle colline prealpine alla zona dei Tre Laghi con le cittadine storiche di Avenches e Morat. Costeggiando il Lago Schiffenen, con le sue insenature simili a fiordi, il percorso raggiunge la medioevale Laupen.

3° giorno:
Laupen–Thun (64 km): Da Laupen si attraversa l'entroterra bernese per arrivare sul Längenberg. Qui si presenta una vista fenomenale sulla catena alpina e subito dopo sul lago di Thun. Per Riggisberg il percorso conduce nell'area del lago morenico intorno ad Amsoldingen e infine verso Thun.

4° giorno:
Thun–Langnau (72 km): Dopo la salita verso Heiligenschwendi, la tappa principale regala una visuale sulle Alpi ben al di sopra del lago di Thun. In seguito il percorso si immerge nei boschi dell'Eriz, un paesaggio collinare fantastico che lentamente si trasforma nell'Emmental.

5° giorno:
Langnau–Burgdorf (45 km): Da Langnau il percorso conduce nella solitaria campagna dell'Emmental. Gli incantevoli punti panoramici sono le principali attrattive di questo paesaggio svizzero primordiale. La storica città vecchia di Burgdorf è l'ideale per concludere l'avventurosa escursione

6° giorno:
Burgdorf–Willisau (63 km): Poco dopo Burgdorf il percorso conduce nell'eccezionale paesaggio collinare dell'Emmental. Il panorama delizia gli occhi con una vista dal Giura fino alle Alpi. Lungo il percorso verso la cittadina medievale di Willisau le imponenti cascine invitano a una sosta.

7° giorno:
Willisau–Zug (69 km): Il percorso, che si snoda tra le cittadine storiche di Willisau, Sempach e Zugo, offre intense emozioni. Dolci pendii collinari, alberi da frutto e laghi impreziosiscono il viaggio. Punti di grande interesse sono le graziose cappelle, ma anche la vista mozzafiato fino alle Alpi Urane.

8° giorno:
Zug–Einsiedeln (40 km): La corsa inizia a Zugo, nel romantico centro storico. Si attraversano paesaggi suggestivi fino a Unterägeri. La tratta al di sopra del lago Ägerisee offre una spettacolare vista sulle montagne. Si prosegue fino alla torbiera di Rothenturm. La tappa si conclude valicando il passo del Chatzenstrick.

9° giorno:
Einsiedeln–Rapperswil (58 km): Dall'interessante Einsiedeln si segue la riva settentrionale del lago Sihlsee. Dopo la ripida salita fino al punto più elevato dell'itinerario e dopo una rapida discesa fino al lago Zürichsee, si trova la calma del bosco di Buechberg. Rapperswil accoglie i viaggiatori con il suo fascino meridionale.

10° giorno:
Rapperswil–Wattwil (55 km): Le zone umide e il paesaggio collinare caratterizzano l'Oberland zurighese. I versanti del Bachtel offrono una vista sul lago Zürichsee e sulle Alpi. Infine segue la Tösstal, un angolo poco noto del Canton Zurigo. Si prosegue nella prealpina Goldingertal e nel Ricken fino al Togghenburgo.

11° giorno:
Wattwil–Herisau (55 km): Il clou è rappresentato dai ventricoli del Togghenburgo. Krinau e Libingen sono due perle poco conosciute. Dopo avere attraversato il fiume Thur, tempo permettendo, si ammira il Säntis in tutto il suo splendore. Stupendo arrivo nella regione dell'Appenzello, prima di raggiungere la tappa di Herisau.

12° giorno:
Herisau–Altstätten (49 km): Un parte della Svizzera orientale di grande intensità, con vista sulla regione dell'Appenzello e sullo scenario alpino. Emozionante contrasto tra la valle del Reno e la tappa di Altstätten. La tappa è tra le più sfaccettate grazie a una topografia impegnativa e a un paesaggio variegato.

13° giorno:

Altstätten–Rorschach (39 km): In uno spazio limitato si toccano numerosi paesaggi, cantoni e località. Il punto panoramico «St. Anton» con vista grandiosa sul lago Bodensee, sulla valle del Reno e sulle Alpi del Voralberg è stupendo. Transitando da Walzenhausen e Rheineck il percorso raggiunge la città portuale di Rorschach.

Attrazioni & idee

Seleziona una visione diversa per i risultati: