Miniera di salgemma - Storia dell'oro bianco

Bex

Per secoli il possesso del sale ha significato ricchezza e potere. I giacimenti di salgemma scoperti nel XV secolo a Bex sono sfruttati ancora oggi. La miniera è visitabile e un museo illustra l'estrazione del sale dal 1684 ad oggi.

Per la vista dettagliata cliccare sulla carta

Group Activities

Lingua:
de, en, fr, it

Durata:
1/2 giorno

Persons:
1 - 100

Costi:
Si

Stagione:
Tutto l'anno

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Da 200 fino a 60 milioni di anni fa l'odierna Valle del Rodano era un mare epicontinentale. Dal sale marino ebbero origine i giacimenti di salgemma di Bex nel Canton Vaud. Un labirinto di cunicoli e pozzi lungo 50 chilometri consente l'estrazione di circa 30.000 tonnellate di sale all'anno.

Il Museo e la visita della miniera illustrano le diverse techniche di estrazione del salgemma, a partire dallo scavo della prima galleria nel 1684 fino ad oggi, unitamente alla storia dell'oro bianco. Un binario in galleria conduce i visitatori nel mondo sotterraneo e al ristorante posto a 400 metri di profondità nel cuore della montagna. Il sapore dell'avventura straordinaria è offerto dai percorsi di trekking in gallerie e pozzi del XVII secolo.

Informazioni

Come raggiungerci

A piedi:
Partendo dalla stazione ferroviaria FFS di Bex, fino alle Miniere di sale: contare circa 1 ora 20 minuti.
Partendo dalla stazione ferroviaria TCP Bévieux, fino alle Miniere di sale: circa 50 minuti.

Con la macchina:
seguire i segnali stradali.

Informazioni: www.mines.ch



0 Commenti

Commenta questo articolo

Le caselle contrassegnate con * sono obbligatorie.

Seleziona una visione diversa per i risultati: