Harder-Potschete

Interlaken

Unterseen: Top Camp AG

Unterseen: Top Camp AG

Interlaken: Harder Kulm

Interlaken: Harder Kulm

Interlaken: Neuhaus

Interlaken: Neuhaus

Interlaken: Victoria-Jungfrau

Interlaken: Victoria-Jungfrau

Interlaken: Backpackers Villa

Interlaken: Backpackers Villa

Interlaken: Niederhorn - Chill Out Paragliding World

Interlaken: Niederhorn - Chill Out Paragliding World

Interlaken: Casino

Interlaken: Casino

Unterseen: Interlaken - Golf club

Unterseen: Interlaken - Golf club

Ogni anno il 2 gennaio a Interlaken arrivano l'Hardermann, la sua compagna e il suo seguito, i Potschen. In questo giorno uomini mascherati (Potschen) corrono per le strade di Interlaken, urlano, trascinano con sé gli spettatori e diffondono paura e delirio.

Condividi contenuti

Grazie per il tuo voto
Le origini di questa usanza sono da individuare nel culto dei morti. Un tempo le maschere rappresentavano i morti, ai quali venivano offerti doni per rabbonirli. Purtroppo l’usanza finiva per degenerare in selvagge risse fra i giovani, tanto che nel 1956 si è deciso di darle nuova forma, combinando il cosiddetto "Chummeln" con la leggenda dell’Hardermanli, il cui volto troneggia sopra Interlaken sul monte di casa Harder. Questa leggenda racconta di un monaco che importunò una giovane, che di conseguenza si gettò da una rupe. Quale pena il monaco fu confinato e costretto ad osservare per migliaia di anni il luogo del crimine. E così è nata l’odierna forma dell’Harder-Potschete.

Oltre all’Harder-Potschete, la sfilata viene accompagnata da Guggenmusik, compagnie musicali, dall’associazione di tamburini, da formazioni con Trychler (i campanacci delle mucche) e numerosi Kinderpotscheni (maschere costruite da sé con materiali naturali). Tutte le maschere, abilmente intagliate, sono in legno e vengono realizzate personalmente a mano. Dopo la tradizionale sfilata di Potschete ci si incontra nelle locande per stare piacevolmente in compagnia.

Seleziona una visione diversa per i risultati: