Tra cielo e formaggini Un’escursione dalla regina dei formaggi sul Monte Generoso.

Scorri

Introduzione

Il Monte Generoso crea da sempre un collegamento tra Svizzera e Italia. A oltre 1700 metri, regala una vista mozzafiato sulle Alpi e i laghi di Lugano, Varese e Como. La montagna, generosa a tutti gli effetti, ha molto da offrire anche dal punto di vista culturale: da secoli, su numerose alpi vengono creati prodotti regionali unici, come i formaggini o lo zincarlin.

Monte Generoso

All’estremità meridionale del Lago di Lugano si erge il Monte Generoso, con i suoi 1700 metri di altezza. Su un altopiano roccioso domina il «Fiore di pietra», costruito dal famoso architetto ticinese Mario Botta. A pochi passi si trova l’alpe Clericetti.

Maggiori informazioni

Cartina

Cartina
Monte Generoso
Ticino
Mostra sulla cartina

Per veri avventurieri e veri buongustai.

Scorri

A piedi o con la ferrovia

I più mattinieri, quelli che desiderano godersi un pranzo presso l’alpe Clericetti, possono salire a piedi da Mendrisio (328 m s. l.m.) o dalla stazione intermedia Bellavista (1221 m s. l.m.) fino al Monte Generoso (1700 m s.l. m.). Chi preferisce un’escursione più comoda e vuole alzarsi più tardi, può prendere la cremagliera da Capolago.

Come in altri tempi

L’escursione circolare di due ore che parte dalla stazione a monte passa vicino a numerose alpi. Durante l’estate, i contadini vivono in vecchi rustici, costruzioni con muri a secco fatte a mano con grande maestria. Una volta, nelle cosiddette nevere (ghiacciaie) – una sorta di frigoriferi in pietra calcarea – conservavano il latte che serviva per produrre burro e formaggio. Un’altra peculiarità del Monte Generoso.

  • 11 nevere sono visibili sul sentiero delle nevere.
  • 2 ore è la durata dell’escursione circolare dalla stazione a monte alla cima del Monte Generoso, all’alpe Nadigh e all’alpe Génor.

Benvenuti all’alpe Clericetti.

Scorri

«... semplicemente fantastica.»

Marisa Clericetti gestisce l’alpe più alta del Monte Generoso. La sua famiglia produce diverse varietà di formaggio locali da cinque generazioni. Ogni anno, da maggio a dicembre, Marisa e suo marito ritornano e riportano gli animali da Roncapiano nella Valle di Muggio all’alpe. «Mi piace stare qui; la vista dal Monte Generoso è semplicemente fantastica», racconta.

Marisa Clericetti, contadina di montagna
Alcuni ospiti vengono sull’alpe da anni – sono diventati amici.
Marisa Clericetti

Lavoro manuale ed esperienza decennale

Marisa aggiunge un po’ di sale alla pasta del formaggio e lo arrotola abilmente con l’aiuto di un piatto fino a formare un «büscion». Così si chiama in Ticino la caratteristica forma cilindrica. Marisa sa perfettamente quanta pasta le occorre per realizzare un perfetto formaggino, dopo tutto sono 40 anni che produce questo formaggio fresco.

Molti dicono che nessun altro formaggino ha il sapore del formaggino Clericetti.
Marisa Clericetti

Semplice e autentica

Sulla piccola terrazza davanti alla sua alpe, con vista sulla Valle di Muggio, Marisa Clericetti accoglie visitatori ed escursionisti. Il menu propone i suoi prodotti e specialità regionali: formaggini, formaggella, zincarlin e carne secca. Accompagnati da un Merlot del Mendrisiotto. Da Marisa, ogni pranzo si trasforma in una piccola festa.

I formaggini della Valle di Muggio sono famosi in tutto il Ticino – grazie al loro aroma particolare e alla loro lunga tradizione.

Marisa Clericetti produce 100 formaggini al giorno. Quelli che non sono già stati consumati sulla sua terrazza o nel ristorante in vetta sono destinati alla vendita e vengono trasportati durante il pomeriggio fino al lago verso Capolago con la ferrovia del Monte Generoso, assieme ai numerosi escursionisti stanchi sulla via del ritorno, che si lasciano affascinare ancora una volta dalla vista mozzafiato.

Fiore di pietra di Mario Botta
  • 130° anniversario per la ferrovia del Monte Generoso nel 2020.
  • 2017 Inaugurazione dell’opera «Fiore di pietra» dell’architetto Mario Botta, originario del Mendrisiotto, presso la stazione a monte.

Altre avventure