Lo spirito buono di Giessbach. Inspiring Meeting Hotels

Scorri

Introduzione

Una cascata con 14 salti, un parco romantico e selvaggio e un’atmosfera d’altri tempi: il Grandhotel Giessbach sprigiona una magia tutta sua, grazie alle attente cure di Ueli Zurbuchen, tanto che a volte prova «una sensazione speciale».

Grandhotel Giessbach

I saloni eleganti e le sale da ballo decorate con stucchi rendono le conferenze presso lo storico hotel in stile «BelleÉpoque»davanti all’imponente cascata un’esperienza unica.

 

Scopri altri hotel d’ispirazione per seminari

Cartina

Cartina
Brienz
Berna Regione
Mostra sulla cartina

Un’atmosfera particolare.

Scorri

Il folletto di Giessbach.

È il folletto del Grandhotel Giessbach: Ueli Zurbuchen ripara ciò che il tempo consuma, si occupa dell’enorme parco naturale con la cascata e fa in modo che l’hotel non perda la sua magia. 

 

Ueli Zurbuchen

Basta parlare di «atmosfera speciale» e «spirito d’ispirazione» per attirare subito l’attenzione: «Mi fido più del mio cacciavite che di una semplice occhiata.» Ciononostante, c’è questa sensazione che non lo lascia più da quando ha messo piede per la prima volta, tre anni fa, sul gigantesco terreno da 22 ettari del Grandhotel Giessbach. 

 

Mi sono immerso in questo luogo da sogno e ho capito subito di voler vivere qui!
Ueli Zurbuchen

220 000 metri quadrati di parco naturale, bosco e sentieri appartati: una volta alla settimana, Ueli Zurbuchen perlustra i percorsi ufficiali e controlla la presa della sorgente, uno dei suoi «posticini magici» sull’area del Giessbach, per staccare la spina e rigenerarsi. 

L’apertura della presa della sorgente.
  • 1873 Anno in cui la famiglia Hauser fece costruire l’edificio in stile chalet.
  • 8000 azionisti. Nel 1984 Franz Weber, insieme agli azionisti, sottrasse la struttura alla speculazione e ne assicurò il futuro.
  • 22 ettari. Di parco naturale e bosco tutt’intorno al Grandhotel.
  • 14 salti della cascata. Alta 400 metri a fare da colonna sonora.

La funicolare più antica

Il Grandhotel Giessbach possiede un molo privato per il battello di linea sul Lago di Brienz, che porta a una particolare attrazione sulla collina dell’hotel: la funicolare più antica d’Europa. Al centro di essa, sul primo scambio al mondo progettato dall’ingegnere Carl Roman Abt, s’incrociano i due vagoni rossi tenuti con grande cura

Ueli con il capotreno.

Lago di Brienz incluso

Prenotando una camera direttamente presso il Grandhotel Giessbach, si gode dello speciale privilegio di poter transitare gratuitamente con il battello di linea sul Lago di Brienz. Non solo nel giorno di arrivo e di partenza, bensì per l’intera durata del soggiorno – la soluzione ideale se si desidera visitare le celebri attrazioni che si trovano tra Interlaken e Brienz.