Elenco di link che conducono direttamente ai punti di ancoraggio di questo sito.

Introduzione

Nel XIX secolo e fino all’inizio del XX secolo il ghiacciaio si estendeva nella regione delle sorgenti del Rodano fino al fondovalle prima di Gletsch, spingendosi talvolta fino alle porte del Grand Hotel Glacier du Rhône. Ancora oggi vale la pena visitare la grotta di ghiaccio nei pressi dell’Hotel Belvédère e il lago del ghiacciaio in corso di formazione.

Sin dall’apertura dell’attuale strada del Passo della Furka, avvenuta 150 anni fa, sono giunti migliaia di turisti per ammirare questo panorama alpino unico con il ghiacciaio del Rodano. Oggi si può parcheggiare vicino all’Hotel Belvédère per camminare poi circa 200 metri fino all’ingresso della grotta di ghiaccio, ricreata ogni anno. Il ghiacciaio presenta un colore bianco-grigio, ma nel tunnel di ghiaccio lungo 100 m e nella camera di ghiaccio predominano raffinati e suggestivi toni blu.

Qui il ghiacciaio si muove di 30-40 metri all’anno, a volte più di 10 cm al giorno. In estate si scioglie anche molto ghiaccio: se a giugno, all’inizio dell’estate, ha una lunghezza di 100 m, alla fine della stagione non ne misura che 70. Si può contemplare la vista del ghiacciaio dalla piattaforma panoramica e presto sarà possibile anche dalla nuova piattaforma del lago del ghiacciaio. Si sta infatti creando un lago nel punto estremo del ghiacciaio.

Cartina

Cartina
Grotta di ghiaccio del ghiacciaio del Rodano
Gletsch
Mostra sulla cartina

Galleria media

Immagini

Esperienze e attività

Hotels in Grotta di ghiaccio del ghiacciaio del Rodano

Informazioni di viaggio: Grotta di ghiaccio del ghiacciaio del Rodano

scopri Gletsch